Cosa copre la polizza incendio e scoppio?

Si chiama polizza “incendio scoppio” ed è un'assicurazione che fornisce ai proprietari di casa (ma anche di negozi e attività industriali) una tutela contro il rogo e l'esplosione. Trattandosi di una polizza obbligatoria per chi sottoscrive un mutuo, ad averla in Italia sono in molti: privati, imprenditori, liberi professionisti, artigiani, commercianti… Utile per fronteggiare gli eventuali danni che l'immobile subisce in caso di incendio e di scoppio, la polizza è sottoscrivibile anche in autonomia rispetto al mutuo e offre differenti livelli di protezione a seconda delle condizioni contrattuali proposte di volta in volta dalla compagnia assicurativa. Ma cosa può comprendere in concreto questa polizza assicurativa? E che cosa accade quando viene accertato un sinistro? Proviamo a rispondere in questa guida completa e aggiornata in cui facciamo il punto della situazione su una delle tutele più importanti per la casa e non solo.

L'assicurazione antincendio è obbligatoria?

In Italia l'assicurazione antincendio non è obbligatoria, lo diventa però nel momento in cui si decide di sottoscrivere un mutuo. In questo caso la banca, come garanzia di un acquisto sicuro, richiede che prima della stipula del contratto venga attivata una polizza casa “all risk”, o quantomeno una polizza scoppio incendio valida per l'intera durata del mutuo. Questa prassi è assodata e non lascia molto margine discrezionale al cliente finale, che come per quanto avviene con l'RC auto sarà obbligato ad avere l'assicurazione in regola per circolare, ovvero per godere del mutuo fino al termine dei pagamenti. Attenzione però perché se le polizze sono obbligatorie, ciò non vuol dire che siano uguali fra loro. L'effettivo valore di una polizza dipenderà sia dal valore dell'immobile, sia soprattutto dalle condizioni previste. Vediamo di capire meglio insieme questo aspetto.

Quale protezione offre la copertura antincendio dell'assicurazione casa?

Se prende fuoco una parte del soggiorno la polizza incendio scoppio copre il 100% dei danni? Cosa accade se l'incendio è dovuto a un guasto tecnico della caldaia? E se invece si verifica un'esplosione in garage quando la casa non è ancora completata? Per rispondere a queste domande devi per forza valutare con estrema cura il preventivo della polizza incendio. Nel documento di offerta, prima ancora che nel contratto, sono riportati infatti nel dettaglio i vari scenari e il relativo premio da versare. Questo verrà corrisposto di mese in mese solitamente insieme al mutuo, perché compreso nella quota da versare alla banca. Proviamo a fare qualche esempio di cosa è incluso e cosa no in una polizza scoppio incendio.

Copertura danni e sinistri scoppio incendio

  • Incendio
  • Esplosioni causate da guasti e perdite di gas
  • Danni all'immobile derivati da fumo, gas e vapori
  • Esplosioni provocate da fulmini
  • Scariche di corrente e cortocircuiti

Danni non coperti dalla polizza

  • Incendio derivante da leggerezze del proprietario
  • Scoppi dovuti a difetti degli elettrodomestici
  • Roghi ed esplosioni da mancata manutenzione della caldaia

Si evince dunque che il principio di base dell'assicurazione sul mutuo tutela solo alcuni tipi di danno, perché è logico che se la caldaia, ad esempio, non viene sottoposta a revisioni e controlli, la compagnia assicurativa non è tenuta a pagare in caso di scoppio o malfunzionamento e conseguente incendio. Idem per quanto riguarda l'ipotesi di un rogo divampato a seguito di una distrazione, come per una sigaretta dimenticata sul divano. Da capire invece se nell'assicurazione casa sono inclusi i danni elettrici, in linea di massima previsti solo per le polizze più complete.

Netatmo info

Gioielli, opere d'arte, strumenti musicali: con un'assicurazione oggetti di valore puoi salvaguardare il valore finanziario dei tuoi oggetti più cari. Spetta a voi stimare il valore di questi oggetti e scegliere il tasso di risarcimento adeguato in caso di sinistro.

La copertura antincendio funziona per qualsiasi incendio?

Va da sé che l'assicurazione incendio non copre in automatico qualsiasi rogo e scoppio. Come funziona in concreto? Bisogna prima di tutto verificare con l'assicuratore le coperture del danno (50%, 80%, 100%…) e in un secondo momento valutare possibili sgravi dati dall'adozione di misure di sicurezza extra. Una compagnia assicurativa, ad esempio, potrebbe pretendere che la casa da tutelare abbia attivo almeno un sistema di rilevamento del fumo. Oppure, lo stesso sistema all'avanguardia potrebbe consentirti di ottenere un piccolo sconto sul premio della polizza, proprio in virtù della maggiore protezione garantita. Meglio quindi mantenere in efficienza gli impianti e adottare le contromisure necessarie, a maggior ragione perché sarà grazie a questo approccio che si potranno prevenire incendi ed esplosioni. Al di là dell'effettivo danno economico, incendi ed esplosioni sono causa di ferimenti e morti e vanno quindi scongiurati con ogni mezzo.

E una volta che un sinistro è stato accertato cosa succede?

Quanto scritto finora ci porta alla domanda successiva: cosa succede se l'incendio o lo scoppio si verificano davvero? Dato che le casistiche sono pressoché infinite, la compagnia deve ricostruire l'accaduto e quindi capire esattamente la causa dell'incendio. Occorre di conseguenza sporgere immediata denuncia alle autorità, aspettando l'esito della perizia e inviando i documenti, una volta pronti, al proprio assicuratore. Solo così sarà possibile valutare l'entità del danno e stabilire se si ha diritto al rimborso. Da non dimenticare inoltre che in una polizza multirischio, oltre allo scoppio e all'incendio possono essere incluse garanzie ulteriori come la responsabilità civile, i danni a terzi e la copertura antifurto per la protezione da furti ed effrazioni.

Il vero prezzo della tua assicurazione casa multirischio

Stabilire il prezzo reale di un'assicurazione multirischio non è facile perché significa innanzitutto confrontare più preventivi tra loro. Dovrai poi discutere con la tua banca quali sono i requisiti minimi e decidere se adeguarti o fare una controproposta. In gioco ci saranno comunque parecchi fattori, dalle caratteristiche dell'immobile in fase di acquisto o costruzione alla durata del mutuo, dalla classificazione del rischio alla tipologia di impianti di riscaldamento (stufe a legno, pompe di calore di ultima generazione, caminetti, ecc). Tutte le banche dispongono ovviamente di particolari accordi con le maggiori compagnie assicurative e sono ben disposte a sottoporre i propri pacchetti di coperture incendio scoppio mutuo a condizioni che andranno però soppesate con attenzione, onde evitare di spendere più del necessario. Il nostro consiglio è di leggere con calma le singole proposte e capire qual è la più vantaggiosa fino alla fine del periodo contrattuale, in relazione non soltanto ai costi ma anche all'effettiva garanzia offerta.