Come funziona il riscaldamento centralizzato?

Più spesso usato negli appartamenti, il riscaldamento centralizzato (spesso a gas naturale) ha alcuni vantaggi rispetto al riscaldamento autonomo… anche se non è perfetto. Scopri di più sul riscaldamento centralizzato, i suoi vantaggi e svantaggi, e quando dovresti scegliere questo tipo di riscaldamento.

Riscaldamento centralizzato: cos'è?

Come menzionato nell'introduzione, il riscaldamento centralizzato è un sistema di riscaldamento comune, in molti casi è a gas naturale ed è spesso presente in appartamenti e condomini.

Cos'è un sistema di riscaldamento centralizzato?

Un sistema di riscaldamento centralizzato è semplicemente un sistema di riscaldamento condiviso da più abitazioni. Nei condomini, per esempio, vi è una sola caldaia condivisa per tutti gli appartamenti. Ciò permette di condividere certi costi e di semplificare la gestione del riscaldamento per tutti. È molto più pratico avere un solo sistema di riscaldamento per condominio, piuttosto che uno per ogni residente.

Come funziona il riscaldamento centralizzato?

Il riscaldamento centralizzato si trova nel locale caldaia, generalmente nel seminterrato dell'edificio o del condominio. Il sistema di riscaldamento consiste quindi in uno o più generatori di calore che generalmente sono caldaie o pompe di calore.

Spesso, questa installazione fornisce anche l'acqua calda sanitaria per tutti i comproprietari. In un sistema di riscaldamento centralizzato, il calore viene poi ridistribuito ad ogni abitazione tramite:

  • Un sistema di distribuzione a due tubi, utilizzata nella maggior parte dei casi, dove l'acqua calda dalla caldaia circola per andare nei termosifoni di ogni appartamento. Quando l'acqua è fredda, viene riportata al punto di partenza;

  • Un sistema di distribuzione a tubo singolo che è meno efficiente e si trova spesso negli edifici più vecchi. Forniti in serie, i riscaldatori rendono la distribuzione del riscaldamento disuguale nelle varie abitazioni;

  • Un sistema a colonne montanti che fornisce una distribuzione individuale del riscaldamento per ogni unità dell'edificio.

Cosa succede una volta che il calore viene ricevuto dagli emettitori nelle case? È qui che entrano in gioco i radiatori di ogni appartamento: termosifoni in ghisa, ad alto o basso rendimento, classici o a bassa temperatura, riscaldamento a pavimento, ecc.

Il grande malinteso: nessuna individualizzazione delle spese di riscaldamento

Prima di parlare dei punti positivi e negativi del riscaldamento centralizzato, è importante decostruire uno dei maggiori malintesi su questo tipo di riscaldamento. No, il riscaldamento centralizzato non rende impossibile l'individualizzazione del consumo e non dovrete mai pagare il prezzo del consumo dei vostri vicini!

Per rassicurarvi: dal 1974, tutti gli edifici a principale uso residenziale dotati di riscaldamento centralizzato devono consentire l'individualizzazione delle spese di riscaldamento. Senza questa regola, il riscaldamento collettivo sarebbe molto più complesso e molto poco conveniente, soprattutto per le persone che consumano meno. Oggi, però, è possibile tenere un conto dettagliato del consumo di ogni utente.

Per garantire questa distribuzione del consumo, il sistema di riscaldamento centralizzato è dotato di ripartitori elettrici o di un contatore di energia termica.

La bolletta del riscaldamento di ogni abitazione è quindi stabilita sulla base dei dati di consumo personale di ogni comproprietario. Il consumo personale, però, rappresenta solo il 70% della bolletta totale, il restante 30% rappresenta i costi comuni dell'edificio o del condominio nel funzionamento del riscaldamento collettivo. Questo importo è distribuito secondo la percentuale di comproprietà che include il carburante (gas, olio, elettricità, ecc.), la manutenzione delle attrezzature, il consumo di elettricità e altri costi eccezionali

Vantaggi e svantaggi del riscaldamento centralizzato

Molto pratico, il riscaldamento centralizzato ha alcuni vantaggi che devono essere notati:

  • Nessuna caldaia che ingombra il vostro appartamento e che rende possibile risparmiare spazio;

  • Gli utenti si dividono i costi del sistema di riscaldamento centralizzato: l'investimento iniziale, la sostituzione, la manutenzione, la riparazione o l'uso;

  • Risparmio finanziario sul carburante grazie all'effetto volume-prezzo;

  • La gestione è spesso assicurata dall’amministratore di condominio.

Il riscaldamento centralizzato, però, non è privo di inconvenienti. Ecco i principali:

  • Le date di inizio e di fine della stagione di riscaldamento sono comuni a tutto l'edificio: non potete riscaldare tutto l'anno o quando volete;

  • Il tipo e il dispendio di energia non dipendono esclusivamente da voi: il controllo individuale dell'efficienza energetica è meno preciso;

  • Il comfort termico non è sempre ottimale a causa di difetti di progettazione nel sistema di riscaldamento centralizzato. Alcuni appartamenti possono essere più riscaldati di altri nonostante siano nello stesso edificio.

Netatmo info

Controllate la temperatura del vostro appartamento con le Teste termostatiche Netatmo ! Una volta installate sui vostri radiatori, potete controllarle a distanza dal vostro smartphone, programmare la temperatura ideale e ottimizzare la vostra efficienza energetica stanza per stanza.

È meglio optare per un riscaldamento autonomo o centralizzato?

Non c'è una risposta universale alla domanda. Per scegliere la soluzione più adatta alla vostra situazione e ai vostri bisogni, dovete considerare diversi parametri: le dimensioni della vostra casa, le vostre esigenze di comfort, la vostra posizione geografica e naturalmente il vostro budget.

La cosa principale da ricordare è che il riscaldamento centralizzato è più pratico e facile da usare di quello autonomo. Alcuni costi sono condivisi, il che si traduce in un risparmio finanziario. Inoltre, permette anche di guadagnare spazio nella vostra casa. La manutenzione non è di vostra competenza ma, allo stesso tempo, dovete rispettare i periodi di riscaldamento stagionale imposti. Meno costoso nel tempo, il riscaldamento centralizzato è tuttavia meno configurabile ma questo aspetto è rimediabile grazie alle teste termostatiche collegate.

Avete una preferenza tra il riscaldamento centralizzato e quello autonomo? Spesso, la questione non si pone e, in alcuni edifici e case, il sistema di riscaldamento è già prestabilito. Se, però, potete scegliere, dovreste prendere in considerazione tutti gli elementi menzionati in questo articolo.