Come risparmiare energia?

La bolletta dell’energia elettrica e, in particolare, quella del riscaldamento, rappresenta una delle spese più significative per una famiglia. È, quindi, essenziale cercare di ridurla, per fare ciò esistono più soluzioni: lavori di isolamento, riduzione dei consumi, attrezzature ad alta efficienza energetica… inoltre, sono tutte rispettose dell'ambiente. Quindi, come è possibile risparmiare energia per abbassare la bolletta e ridurre l’ impronta di carbonio ?

Perché il risparmio energetico è importante?

Cercare di risparmiare energia, riducendo il consumo energetico o investendo denaro, è sia una questione finanziaria (per la riduzione della vostra bolletta dell’energia elettrica) che una necessità ambientale (per salvare il pianeta e la sua biodiversità). Il risparmio energetico è diventato una questione centrale nella nostra società.

Risparmio energetico: una sfida finanziaria

La sfida finanziaria del risparmio energetico riguarda ogni giorno tutte le famiglie. Stiamo assistendo a un costante aumento dei prezzi dell'energia, soprattutto dell'elettricità. Inoltre, la maggioranza degli italiani ritiene che la bolletta dell’energia elettrica sia una delle spese più significative da sostenere in casa. Certo, alcuni fornitori sono più competitivi di altri, ma solo aumentando il proprio risparmio energetico è possibile ottenere riduzioni più concrete e durature della bolletta.

La ristrutturazione, i lavori di isolamento o l'acquisto di una caldaia più efficiente sono un vero e proprio investimento, il cui costo elevato si ripagherà da solo grazie al risparmio energetico.

Risparmio energetico: una sfida ambientale

Come sapete, il nostro consumo energetico e, in particolare, il nostro uso di combustibili fossili, ha un impatto significativo sull'ambiente: stiamo assistendo alla distruzione degli habitat naturali e a disastri climatici sempre più frequenti. La causa? Inquinamento, CO2…

Ma non è tutto: allo stesso tempo, stiamo assistendo a una diminuzione delle risorse. Cercare di ottimizzare il proprio risparmio energetico non è, quindi, solo una soluzione efficace per affrontare la crisi ambientale, ma anche una soluzione necessaria per l'intera sfida della transizione energetica.

Come iniziare a risparmiare energia?

In breve, il risparmio energetico ha solo vantaggi. Le soluzioni non mancano (lavori per migliorare l'efficienza energetica, riscaldamento, isolamento, riduzione dei consumi, ecc) ma tutti sappiamo che più mansioni ci sono da fare, più è difficile motivarsi e mettersi al lavoro. Allora, da dove cominciare?

Per risparmiare energia, spesso, basta adottare alcuni comportamenti di risparmio energetico che sono piuttosto facili da applicare. Per esempio, evitate di lasciare i vostri dispositivi elettronici in standby. Se dovete acquistare un nuovo frigorifero, sarebbe meglio scegliere un modello di classe A, A+, A++ o A+++ che risparmia fino al 60% sul suo consumo di elettricità. Per risparmiare acqua, è meglio fare il bagno piuttosto che la doccia e bisognerebbe evitare di lasciare l'acqua corrente se non viene usata (anche un raccoglitore di acqua piovana può essere utile). Per quanto riguarda il riscaldamento, è importante evitare il più possibile le perdite e gli sprechi di calore: l'isolamento fa la sua parte ma evitate, soprattutto, di lasciare i termosifoni accesi quando non ci siete. Per regolare efficacemente la temperatura e quindi il vostro consumo energetico, il modo più semplice è munirsi di un termostato. Ci sono, in realtà, molti altri modi per risparmiare energia: l'acquisto di elettrodomestici più efficienti dal punto di vista energetico o la realizzazione di miglioramenti all'efficienza energetica dell’abitazione.

Netatmo info

Se volete risparmiare energia sul riscaldamento, potete optare per l’efficacissimo Termostato intelligente Netatmo : un termostato collegato che vi permette di programmare e controllare il vostro sistema di riscaldamento e i vostri termosifoni con precisione e a distanza. Inoltre, è molto facile da installare e da usare!

Il riscaldamento: la principale voce di consumo

Come avrete già capito, il riscaldamento è corrisponde al principale consumo energetico delle famiglie. In media, rappresenta il 65% delle loro spese energetiche! Se volete davvero ottimizzare il vostro risparmio energetico, non potete trascurare l'efficienza energetica del vostro sistema di riscaldamento, della caldaia e dei radiatori. Abbassando la temperatura di solo 1°C, risparmiate circa il 7% sul vostro consumo energetico.

Alcuni comportamenti possono (fortunatamente) ridurre il consumo di riscaldamento:

  • Non surriscaldate: la temperatura consigliata in un soggiorno è di 19°C e di 16°C nelle camere da letto, può sembrare poco ma il vostro corpo e la vostra bolletta vi ringrazieranno. Di solito, non dovreste riscaldare una stanza non utilizzata;

  • Fate revisionare la vostra caldaia ogni anno (cosa che - tra l'altro - è obbligatoria) e spurgate i vostri termosifoni almeno una volta all'anno;

  • Non tenete i termosifoni accesi se ci sono finestre aperte, altrimenti il calore esce direttamente;

  • In inverno, durante la vostra assenza, lasciate chiuse le persiane e tirate le tende per mantenere il calore all'interno;

  • Se possibile, dotatevi di un termostato programmabile per ottimizzare il consumo energetico e il comfort termico

Tutti i nostri consigli per ottimizzare il vostro risparmio energetico

L'adozione di certi comportamenti può aiutarvi a risparmiare energia. Potete, però, fare un passo in più e capire quali sono le possibili soluzioni per ottenere un buon risparmio energetico. Quali lavori eseguire? Quali installazioni previlegiare?

In termini di isolamento, è utile e redditizio isolare efficacemente il vostro sottotetto, le vostre pareti e il vostro pavimento. Per quanto riguarda le finestre, i doppi vetri impediscono la perdita di calore. Questi lavori di ristrutturazione sono molto utili per ottimizzare il vostro consumo energetico.

Sarebbe bene, per quanto possibile, evitare l'uso dell'aria condizionata: il suo funzionamento è molto dispendioso in termini di energia (e quindi molto costoso). Potreste, però, beneficiare dell’energia solare investendo, per esempio, in pannelli solari fotovoltaici o in uno scaldabagno solare: il prezzo di questa energia è zero.

Scegliere con cura il proprio sistema di riscaldamento è un ottimo modo per risparmiare energia. Potreste optare per una caldaia a condensazione: è il tipo di caldaia con il miglior rapporto consumo-efficienza. Anche la caldaia a bassa temperatura è interessante da questo punto di vista. Altri tipi di riscaldamento che possono aiutare a risparmiare energia e denaro sono: la stufa a pellet o a legna o una caldaia a legna. Anche alcune pompe di calore possono essere interessanti: la pompa di calore geotermica, aria-aria o aria-acqua.

Se avete bisogno di un riscaldamento supplementare, potreste optare per il più vantaggioso di tutti: il radiatore a inerzia. Anche altre installazioni possono aiutarvi a produrre energia pulita e rinnovabile: una turbina eolica domestica, uno scaldabagno termodinamico o pannelli fotovoltaici.

La maggior parte dei risparmi energetici non richiede un enorme investimento o sforzo da parte vostra. A volte basta chiedere in giro per trovare soluzioni. Non dimenticate che agire sul riscaldamento è la vostra prima leva di azione e di risparmio! Migliorate la vostra efficienza energetica usando meno ma meglio!