Come controllare casa con lo smartphone?

Controllare la propria casa con lo smartphone: sogno o realtà? Le nuove tecnologie coinvolgono sempre più settori e contribuiscono a migliorare diversi aspetti della nostra vita e della nostra sicurezza. Lo smartphone, per esempio, è un valido e ormai irrinunciabile ausilio tecnologico nella nostra quotidianità, ma è in prima linea anche sul fronte dell’abitare in sicurezza e della videosorveglianza a distanza. È adesso possibile, infatti, controllare, vedere e sorvegliare la tua casa in tempo reale, sia all’interno, che all’esterno, semplicemente utilizzando il tuo smartphone o qualsiasi altro dispositivo mobile, come PC o tablet. Basta connetterti al circuito di videosorveglianza della tua abitazione per mezzo della connessione wifi oppure utilizzare applicazione specifiche. Come? In questo articolo ci concentreremo sui diversi modi e i migliori strumenti per tenere d’occhio la tua casa in qualsiasi momento, soprattutto quando sei lontano. Nello specifico parleremo degli applicativi più efficaci, come Google Earth o le app di videosorveglianza, che, attraverso il cellulare, PC e tablet, ti permettono di controllare la tua abitazione servendoti solo della connessione ad internet.

Strumento n°1: Google Earth, leader nelle immagini in tempo reale

Chi non conosce Google Earth? Quante volte ci siamo serviti di questo software per viaggiare, vedere qualche posto nel mondo o scovare un indirizzo di destinazione, stando comodamente seduti in poltrona? Ebbene, questo software è un’applicazione grafica tridimensionale di fotografie aeree ed immagini satellitari, che può essere molto utile, non solo per finalità ludiche, ma anche per tenere sott’occhio la tua casa e l’ambiente circostante oppure, eventualmente, l’abitazione di qualcun altro. È in grado, infatti, di trovare una posizione via satellite e di mostrarne le immagini in tempo quasi reale. Funziona come una mappa interattiva, in cui è possibile inserire il nome di una località o un indirizzo nella barra di ricerca e, ingrandendo e spostando la mappa, ti permette di ottenere l’angolo e la grandezza di visualizzazione che desideri, con una qualità dell’immagine davvero molto alta. Questo programma può essere comodamente installato come app sul tuo smartphone per consultarlo in qualsiasi momento, anche nella visione notturna, con una prospettiva a 360°.

Come funziona Google Earth?

Google Earth si serve dei satelliti in orbita attorno alla Terra per scattare diverse fotografie aeree e rilevare dati topografici, che vengono memorizzati in una piattaforma apposita. Queste istantanee vengono scattate in diversi intervalli temporali, offrendo al pubblico la possibilità di osservare i cambiamenti di un determinato edificio o ambiente. Attenzione però: le fotografie mostrate non sono veramente in tempo reale, in quanto questo violerebbe le normative sulla privacy. Le immagini sono rilevate ad intervalli di tempo e vengono registrate via satellite, tramite immagini 3D. Queste non hanno niente a che fare con i sistemi di sicurezza tradizionali e comunemente riconosciuti. Inoltre, non consentono una vera e propria videosorveglianza diretta. Google Earth funge appunto da mappa interattiva e non da telecamera vera e propria di videosorveglianza. È però molto utile, oltre che per comprendere meglio la geografia di un luogo, anche per identificare con maggiore precisione la struttura di un determinato ambiente o edificio, quartiere, città o addirittura interi Paesi, grazie ai suoi modelli 3D: è un vero e proprio atlante del nuovo millennio. Grazie a risoluzione e precisione elevate della mappa, è facile anche misurare le distanze e calcolare eventuali percorsi. Le diverse funzionalità di Google Earth, tramite le quali puoi scattare e memorizzare le immagini dei luoghi o degli edifici che ti servono, si possono apprezzare anche nelle applicazioni più specifiche di Google Maps, specializzata nelle mappe stradali e Google Street View, più adatta per chi desidera consultare le vie di una città.

Strumento n°2: telecamere di sorveglianza collegate al cellulare

Ormai è risaputo: il cellulare è diventato parte integrante dei sistemi di sicurezza domestica (e non solo). I sistemi di videosorveglianza senza fili, da quelli più elementari a quelli tecnologicamente più avanzati, sono in grado di dialogare con lo smartphone, quasi come se fosse un componente fisso del kit. Tramite il collegamento wireless con le telecamere di videosorveglianza della tua casa, hai la possibilità di tenere sott’occhio l’abitazione in live view, cioè in presa diretta. Questo ti consente, così, di vedere se sia tutto a posto e lanciare l’allarme, ove necessario. Tutto questo avviene in modo facile e veloce, mettendo semplicemente in “comunicazione” il dispositivo mobile con il sistema di videosorveglianza integrato di casa.

Come collegare il sistema di videosorveglianza e le telecamere al cellulare?

Prima di tutto è necessario posizionare la telecamera o le telecamere di sorveglianza all'esterno e/o all'interno della casa, laddove si intende controllare meglio l’abitazione o un particolare ambiente, tramite video o immagini, in cui verranno mostrati soprattutto movimenti sospetti ed intrusioni (questo grazie ai diversi sensori di movimento e di apertura delle telecamere). La telecamera di sorveglianza installata è progettata apposta per funzionare sempre, 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e a distanza, senza fili, tramite il semplice utilizzo della rete wifi e delle batterie incorporate. Per poter visualizzare le immagini o i video, ripresi in tempo reale dalla telecamera, direttamente sul cellulare, oppure su un altro dispositivo mobile come tablet o computer, è necessario scaricare un’apposita app di videosorveglianza, che funge da strumento di comunicazione tra il cellulare e la videocamera di sorveglianza stessa. La centralina del sistema di allarme o la telecamera invieranno, così, tramite la app e servendosi della rete internet, le immagini o i video dell’abitazione al tuo smartphone o strumento mobile, in tempo reale e in alta definizione, segnalando, in particolare, allarmi, movimenti sospetti o intrusioni. Nel medesimo modo potrai tu stesso controllare e indirizzare i dispositivi di sicurezza dal tuo smartphone e decidere se e quando far scattare l’allarme.

Meglio Google Earth o telecamere di sorveglianza?

Questi due applicativi di sorveglianza si mostrano entrambi validi strumenti per controllare e garantire la sicurezza domestica che desideri. Google Earth è un ottimo modo per sorvegliare la casa e gli ambienti circostanti nel loro insieme, ma le diverse e giuste limitazioni legate alla privacy e la conseguente impossibilità di fornire immagini degli interni abitativi, ne limitano notevolmente l’operato, altresì necessario, per garantire una sorveglianza completa e in tempo reale alla tua casa. Sorvegliare casa via smartphone, tramite app, è sicuramente la soluzione più efficace e versatile in assoluto, una soluzione che ti permette di vigilare veramente sulla tua casa, anche quando sei lontano per lavoro o in viaggio dall'altra parte del mondo.

Netatmo Info

Quando la Videocamera Interna Intelligente Netatmo rileva un allarme, che si tratti di allarme antincendio, allarme CO2, allarme di sicurezza o sirena, invia una notifica e registra un video. L’unica videocamera interna intelligente con riconoscimento facciale che offre il massimo delle funzionalità senza costi di abbonamento.