Quanto costa un antifurto per la casa?

La domanda è scontata, ma non altrettanto si può dire della risposta. Quanto costa un antifurto per la casa? Dipende. Sì perché i parametri in gioco sono molteplici e includono il livello di sicurezza garantito dal sistema di allarme, la qualità tecnologica dei sensori, i prezzi di un eventuale abbonamento al servizio di vigilanza e quindi alla centrale di controllo. Tanti aspetti e tante variabili da considerare, ciascuna delle quali concorre all'aumento o all'abbassamento del costo dell'antifurto nell'immediato e, in caso, nel lungo termine. Per gli addetti ai lavori è abbastanza facile ricavare il prezzo di un allarme antifurto per la casa, ma per le persone senza esperienza capire anche solo il rapporto qualità prezzo non è affatto scontato. Noi di Netatmo abbiamo quindi realizzato questa breve guida aggiornata e completa, in cui spieghiamo tutto ciò che bisogna sapere per valutare la spesa di un sistema di allarme in kit, wireless, con GSM e così via. Scopriamo quindi subito cosa occorre sapere per non sbagliare.

Quale fascia di prezzo per il kit di allarme domestico con o senza fili?

Per analizzare i costi di un impianto antifurto dobbiamo prima dare uno sguardo alle principali proposte del mercato. In commercio esistono svariate soluzioni, dai kit di allarme agli antifurti completi di tutto. Ciascuna soluzione può essere di solito personalizzata per garantire il pieno rispetto delle esigenze dell'acquirente o dell'installatore. Sul piatto della bilancia bisogna poi mettere i costi extra, ad esempio i lavori di installazione (che in certi scenari includono interventi sull'impianto elettrico o lavori di muratura), o ancora i piani di abbonamento con la centrale operativa o con il sistema di monitoraggio previsto. Vediamo più nel dettaglio come arrivare a determinare la fascia di prezzo del kit antifurto.

Le componenti principali di un impianto di allarme

Un sistema antifurto domestico prevede alcuni accessori generalmente già inclusi nel pacchetto. Che si tratti di un impianto cablato o di un impianto wireless, le componenti principali includono:

  • Centrale di allarme (o in alternativa telecamera di videosorveglianza intelligente in grado di fungere da centrale di allarme e gestire gli altri accessori di sicurezza via wireless)
  • Trasmettitore telefonico (con allarme GSM o PSTN su rete fissa)
  • Uno o più rilevatori di movimento e/o di apertura
  • Una o più sirene di allarme
  • Una o più telecamere di videosorveglianza
  • Eventuali telecomandi

I prezzi minimi, massimi e medi di un sistema di allarme

Dato che i sistemi di allarme possono essere, in alcune versioni, configurati in fai-da-te, è chiaro che il ventaglio di prezzi oscilla di molto anche in virtù di questo fattore. A un estremo troveremo l'impianto di allarme “chiavi in mano”, venduto con tutto incluso a costi intorno ai 2.000 euro o più. Dall'altro lato ci sarà invece l'antifurto casa di base, in cui ogni parte è stata acquistata al prezzo più basso, magari setacciando le offerte migliori sui canali di vendita online. In questo caso i prezzi si attestano sui 150-200 euro. A metà strada si piazzano i kit di allarme di fascia media, ottimo compromesso fra qualità e prezzo. Qui troviamo kit di allarme casa sugli 800-1.000 euro circa, con ampi margini verso l'alto o verso il basso a seconda del numero dei sensori, dei rilevatori, degli allarmi locali, delle telecamere multifunzionali smart e via discorrendo. Ognuno ha quindi l'opportunità di scegliere come sviluppare il proprio impianto da solo o in collaborazione con un tecnico specializzato o una ditta esperta. Il consiglio sempre valido è quello di richiedere più preventivi e confrontare i prodotti e i servizi di ciascuna offerta.

Stabilire il giusto prezzo di un allarme domestico senza fili

La tipologia di impianto che va per la maggiore e che sta prendendo sempre più piede in Europa e altrove è senza dubbio quella dell'impianto di allarme domestico senza fili. A differenza di un kit di allarme cablato, l'impianto senza fili (tipicamente wireless) risulta più flessibile perché permette di aggiungere o togliere i vari accessori a propria discrezione, senza per forza rimettere mano a cavi e collegamenti. Nella stima e determinazione del prezzo, molto dipenderà quindi dalle dimensioni della casa, perché più grande è la villa o l'appartamento o comunque lo spazio da monitorare, maggiore sarà il numero di rilevatori di movimento e/o apertura, telecamere di sorveglianza, sirene di allarme, campanelli e videocitofoni a cui fare ricorso per un controllo ottimale di ogni ambiente esterno ed interno.

Altra discrimine importante riguarda l'abbonamento a un servizio di sorveglianza. Non è detto che senza abbonamento l'allarme sia meno efficace! In una casa progettata secondo i criteri più avanzati della domotica, l'impianto di allarme senza fili consente di avere una diretta conoscenza di quanto sta accadendo fuori e dentro casa a ogni ora del giorno e della notte, anche dal proprio telefono, tablet o PC portatile. Tramite apposite app da scaricare sullo smartphone, ogni funzionalità viene gestita a distanza dallo smartphone, assicurando in questo modo un livello di sicurezza superiore qualora ci fossero pericoli reali o presunti. Pensiamo anche solo alla comodità di ricevere un alert in tempo reale sul telefonino mentre siamo a lavoro e attivare il videocitofono per interloquire con la persona che ha suonato alla porta.

Non occorre acquistare per forza una sofisticatissima (e ingombrante) centrale di controllo da installare nel ripostiglio o in camera da letto. Le applicazioni mobile di oggi possono svolgere tutti i compiti di un vero software di ultima generazione, senza bisogno della parte hardware. Da non dimenticare infine come un impianto di allarme smart sia personalizzabile per soddisfare anche altre necessità, come ad esempio la prevenzione degli incendi e l'attivazione di opportune contromisure per spegnere le fiamme sul nascere. Tutto questo sia sul posto sia da remoto, all'insegna di una casa protetta contro ogni rischio 24 ore su 24 e per 365 giorni l'anno. Non ti resta che passare all'azione e cercare l'impianto di allarme più adatto alle tue abitudini e preferenze. Siamo sicuri che dopo avere letto questa guida non avrai più alcun dubbio e saprai individuare il prodotto più performante.