Cos'è un radiatore a inerzia?

I radiatori ad inerzia sono molto diversi dai radiatori ad acqua calda in particolare perché fungono da riscaldamento supplementare. Sono tecnologicamente più avanzati, più efficienti, più economici, elettrici e non sono collegati al sistema di riscaldamento centrale della casa. Come suggerisce il loro nome, hanno un'ottima inerzia: immagazzinano energia che rilasciano una volta spento il radiatore. Il loro vantaggio principale è quindi un calore dolce e un grande comfort termico.

Il radiatore ad inerzia, un radiatore elettrico molto popolare

Non tutti i radiatori elettrici sono uguali, poiché molti sono molto energivori. Il radiatore a inerzia si distingue dagli altri radiatori elettrici perché è più efficiente, usa meno energia e fa anche risparmiare.

Come funziona un radiatore elettrico a inerzia?

Un radiatore a inerzia riscalda l'aria per convezione e poi accumula il calore prodotto tramite una resistenza elettrica e un nucleo riscaldante prima di irradiarlo sulle pareti. Questo nucleo di riscaldamento assicura che il radiatore conservi il suo calore. Il radiatore può essere fatto di ghisa, pietra, ceramica (la migliore opzione) o altro materiale refrattario nel caso di inerzia "solida" o "secca".

Il nucleo riscaldante del radiatore a inerzia, però, può anche essere un fluido di trasferimento di calore per un'inerzia "liquida": è il caso dei radiatori a bagno d'olio o a inerzia fluida. In generale, il fluido di trasferimento del calore ha un'inerzia inferiore a quella "a secco" e i radiatori a inerzia che utilizzano questo principio hanno quindi un rendimento inferiore.

Infine, il calore immagazzinato dal nucleo riscaldante dei radiatori a inerzia viene rilasciato e diffuso sotto forma di radiazione infrarossa per un calore omogeneo e persistente.

Come scegliere il vostro radiatore a inerzia?

Sempre più popolari negli appartamenti e nelle case, i radiatori a inerzia sono spesso utilizzati come riscaldamento supplementare, ma possono anche essere utilizzati come sistema di riscaldamento principale in alcune aree abitative.

Per scegliere tra i diversi modelli di radiatori a inerzia, prendere in considerazione:

  • La natura della stanza da riscaldare: il calore da fornire in una cucina è diverso da quello da fornire in uno spazio abitativo;

  • Il volume della stanza da riscaldare: più grande è la stanza, più grande deve essere la superficie del riscaldatore a inerzia;

  • Lo spazio che avete a disposizione per installare il radiatore;

  • Il tuo budget.

Quanto dura un radiatore a inerzia?

La durata di vita di un radiatore a inerzia è piuttosto lunga perché è un dispositivo durevole e robusto, ma è difficile calcolarla con esattezza. Anche se alcuni fattori influenzano questa durata di vita, una buona installazione iniziale (secondo le norme, le regole del mestiere e le raccomandazioni del produttore) è essenziale per la sua longevità.

Scegliere un marchio noto per il vostro radiatore elettrico a inerzia garantisce anche un'alta qualità ma anche più possibilità di riparazione. Anche se nessuna manutenzione è realmente necessaria per il buon funzionamento del radiatore a inerzia, la pulizia e la spolveratura regolare degli emettitori di calore possono prolungare la sua vita.

Quale potenza per un radiatore a inerzia?

Poiché un esempio è più efficace di una lunga spiegazione, si consideri che, in generale, con un radiatore elettrico a inerzia, 1.000 Watt possono riscaldare una stanza ben isolata di 15 m2 ad una temperatura di 20°C. In condizioni esterne difficili, ci vogliono circa 2.000 Watt per ottenere lo stesso calore.

Netatmo info

Migliorate il vostro comfort e riducete il vostro consumo di elettricità con Muller Intuitiv con Netatmo : il modulo di collegamento per radiatori elettrici! Regolate automaticamente la temperatura sincronizzando i radiatori elettrici per riscaldare solo quando è necessario.

Il radiatore a doppio nucleo inerziale: meno inerzia per un riscaldamento più rapido

Il radiatore a doppio nucleo inerziale è la tecnologia più avanzata nel riscaldamento elettrico. Offrendo un po' meno inerzia di un radiatore tradizionale a nucleo singolo, tuttavia riempie la stanza di calore molto più rapidamente: pochi minuti contro più di 30 minuti in generale.

È anche la tecnologia più costosa, il che è comprensibile vista la velocità con cui questo radiatore elettrico ad inerzia diffonde il suo calore in tutta la stanza!

Vantaggi e svantaggi dei radiatori a inerzia

Quali sono i vantaggi di un radiatore elettrico a inerzia?

  • Inerzia incomparabile: il calore viene immagazzinato e poi ridistribuito in modo efficiente;

  • Un grande comfort termico grazie alla diffusione di un calore morbido;

  • Nessuna combustione o spostamento di polvere;

  • Risparmio energetico;

  • Velocità di riscaldamento veloce per radiatori a doppio nucleo inerziale;

  • Prezzo d'ingresso accessibile;

  • Temperatura e calore uniformi dal pavimento al soffitto indipendentemente dal volume della stanza;

  • Totalmente autonomo;

  • Un radiatore a inerzia non richiede manutenzione o assistenza.

Quali sono gli svantaggi di un radiatore elettrico a inerzia?

  • Un peso molto consistente;

  • Un volume che richiede spazio;

  • Un prezzo che sale rapidamente a diverse centinaia o addirittura migliaia di euro.

Quanto costa un radiatore a inerzia?

Il prezzo di un radiatore elettrico ad inerzia dipende spesso dalla massa del dispositivo: più è massiccio, più è efficiente e più alto è il suo prezzo. La natura del nucleo riscaldante non ha una grande influenza sul suo prezzo, ma piuttosto la sua massa, poiché questa determina la quantità di calore che può essere immagazzinata dal radiatore inerziale. La sua massa può andare da 5 a 40 chilogrammi a seconda del modello.

I radiatori ad inerzia entry-level possono essere eccellenti soluzioni di riscaldamento supplementare e sono venduti a partire da circa 100 euro. I più costosi hanno prezzi superiori ai 2 000 €. Tra i due, troverete una vasta scelta di radiatori elettrici ad inerzia, soprattutto intorno ai 500 € per le grandi marche.

Per quanto riguarda l'installazione di un radiatore elettrico ad inerzia, può essere fatta da un fai-da-te, o da un professionista per un prezzo di circa 90 €.

Infine, il radiatore inerziale può beneficiare dell'aliquota IVA ridotta del 10%, cosa piuttosto rara per un radiatore elettrico!

Il radiatore elettrico ad inerzia non rende il riscaldamento elettrico totalmente economico ed ecologico, ma è un grande passo avanti che questa innovazione offre. L'eccellente inerzia di questo tipo di radiatore elettrico lo rende un interessante sistema di riscaldamento che fornisce un calore molto piacevole per stanze piccole e grandi… ma attenzione al consumo energetico!