Quale fornitore di gas conviene?

Dal 2000 e dalla liberalizzazione del mercato del gas in Italia, Eni Gas e Luce non è più l'unico fornitore di questa energia. Come Enel Energia per l'elettricità, il fornitore storico rimane un riferimento sia in termini di prezzi (tariffe fisse) che di quota di mercato (circa 40% del mercato italiano). Se ci sono sempre più fornitori di gas, come scegliere il proprio fornitore? E l'offerta giusta? Cosa li rende diversi?

Scegliere il vostro fornitore di gas è possibile dal 2000

Fino al 2000, il mercato del gas in Italia era un monopolio statale: solo il fornitore statale storico, Eni Gas e Luce, poteva vendere gas e fornire diverse offerte. Dall'apertura del mercato alla concorrenza e dalla fine del monopolio del gas, molti fornitori indipendenti o filiali di grandi gruppi energetici sono entrati nel settore.

Alcuni italiani non lo sanno ancora ma è possibile, molto semplice e a volte anche vantaggioso cambiare il gas naturale e optare per un'offerta più green o più economica.

Siete liberi di fare la vostra scelta confrontando diverse offerte. Ma come scegliere un particolare fornitore di gas naturale? Come si differenziano fra di loro i fornitori?

Il prezzo: il principale vantaggio dei fornitori di gas alternativi

Le tariffe del fornitore storico di gas in Italia sono regolate dallo Stato con la tariffa del gas regolamentata, come lo erano prima del 2000. Questo significa che il gigante dell'energia Enel non ha scelta per quanto riguarda il prezzo delle sue offerte. Come clienti, potete conoscere in anticipo queste tariffe, note anche come tariffe di riferimento per il gas naturale.

L'apertura alla concorrenza sta accelerando, in particolare a causa delle tariffe fisse del gas. In effetti, dal 2016, i clienti hanno assistito impotenti a un forte e quasi continuo aumento di questi prezzi imposti. I fornitori alternativi basano il prezzo delle loro offerte di gas naturale sulle tariffe fisse, ma applicano una riduzione fino al 10%. Questo è un punto di forza, soprattutto perché il gas rimane lo stesso indipendentemente dal fornitore: è sempre Eni che lo distribuisce, lo trasporta e lo rende utilizzabile.

Cambiare fornitore di gas per pagare l'energia a un prezzo più basso è un argomento di riduzione dei prezzi per attirare i clienti. Lo stesso vale per il mercato dell'elettricità.

Netatmo info

Per ottimizzare la vostra bolletta dell’energia elettrica, la scelta del fornitore di gas è una priorità. Per fare un passo in più, scoprite il Termostato intelligente Netatmo che vi permette di regolare, controllare e programmare meglio il vostro riscaldamento. In programma: miglior comfort termico e risparmio energetico… vedrete tutti i risultati sulla vostra bolletta!

Come scegliere il vostro fornitore di gas naturale

Con così tante (e crescenti) offerte di gas naturale dai molti fornitori sul mercato, non è sempre facile fare la scelta giusta.

Tra le principali offerte del mercato, troverete Eni Gas e Luce, che è il fornitore storico e che propone tariffe fisse ma diverse offerte: Link di due anni, Scontocerto e Placet. Rimane uno dei fornitori con tariffa più bassa. Total ha diverse offerte di gas: Total Direct Energia Classica Gas, Verde Gas (Total Spring) e Online Gas. Enel Energia, il gigante dell'energia che si concentra sull'elettricità, offre anche gas naturale, così come molti altri attori.

Trovare la migliore offerta di gas naturale

Il primo passo per trovare il vostro fornitore di gas ideale è confrontare le offerte di gas naturale disponibili nella vostra comunità.

Potete anche fare affidamento sul comparatore di offerte online dell'ombudsman nazionale dell'energia. Si tratta semplicemente di tutte le offerte di gas naturale (e di altre energie come l'elettricità) con i loro prezzi in tempo reale, l'importo annuale della bolletta, l'abbonamento e il prezzo per kWh per ogni fornitore e ogni offerta. Il vantaggio di questo strumento è che può fornire informazioni sul vostro stile di vita e le abitudini di consumo per ottenere offerte personalizzate.

Per scegliere il tuo fornitore di gas naturale, confronterai le offerte principalmente sulla base del prezzo del contratto. Ma il gas "green" è in aumento: il biogas è più ecologico ed è quindi importante interessarsene in quanto contribuisce alla transizione energetica!

Il prezzo del gas, il primo fattore nella scelta di un fornitore

Le tariffe di ogni fornitore cambiano costantemente: sono "indicizzate" alla tariffa fissa del gas naturale fornita da Eni Gas e Luce come tariffa di riferimento, e variano ogni mese. In generale, quando si prende un'offerta, il tasso è garantito per un certo periodo: 1 o 2 anni in generale.

Il prezzo è di solito il principale fattore di differenziazione: ma come trovare l'offerta più economica? Semplicemente confrontando più offerte possibili.

Gas "tradizionale" o gas "green" (biogas)?

A seconda del tipo di gas, il prezzo varia: un contratto di gas "green", cioè il biogas, è più ecologico e rispettoso dell'ambiente, ma anche meno facile da trovare e più costoso. Se il prezzo non è la vostra priorità ma volete fare qualcosa per il pianeta, il gas green o il biogas è un'energia da preferire.

Potete anche cercare un fornitore che proponga offerte di gas ecologico. Queste offerte di gas naturale si basano sul principio della neutralità del carbonio.

Scegliere il proprio fornitore di gas secondo i propri bisogni, i prezzi e le offerte disponibili è possibile e consigliato. In effetti, i fornitori si affannano per attirare i clienti e i loro argomenti commerciali valgono, a volte, la pena di annullare il vostro contratto già esistente!