Vetro antisfondamento: come difendere casa dalle effrazioni?

Robusti, affidabili, durevoli. I vetri antisfondamento rappresentano la soluzione ideale per difendere la casa da ladri e malintenzionati. Lo sanno bene le persone che hanno deciso di installarli nella propria abitazione. Ma quali sono i punti di forza dei vetri antisfondamento? E perché permettono di aumentare le difese contro effrazioni e tentativi di rapina? Scopriamolo subito in questa guida completa e aggiornata!

L'importanza dei vetri antisfondamento per la sicurezza

“Ladri che entrano dalle finestre”. Basta cercare questa parola su Youtube per trovare diversi video che dimostrano con che facilità è possibile infrangere un normale vetro ed intrufolarsi in casa. In effetti le statistiche lo confermano: più che dalle porte e dai balconi, la maggior parte dei ladri entra ormai dalle finestre, vero punto debole di ville, appartamenti, uffici e non solo. Sono sufficienti pochi colpi di mattone per rompere vecchie finestre vetrate o porte-finestre prive di vetro antisfondamento. A quel punto il ladro è libero di entrare in casa e scatenare il pandemonio. Proprio per rimediare a questi attacchi e ostacolare il ladro, anche solo ritardandone l'azione, sono stati concepiti negli ultimi anni vetri antisfondamento per finestre sempre più sofisticati, ai quali si sono presto affiancati finestre con vetri antisfondamento incorporati, vetri antisfondamento per balconi, porte ingresso con vetro antisfondamento, porte da esterno in vetro antisfondamento… prodotti che, statistiche alla mano, allungano il tempo di ingresso del ladro a oltre 6 minuti.

Netatmo Info

L'effrazione della finestra è un fenomeno molto diffuso oggi. Ecco perché i nostri Sensori Intelligenti per Porte e Finestre possono essere posizionati sia su porte che su finestre. Apertura improvvisa, finestra lasciata aperta mentre sei fuori casa, tentativo di effrazione… Ricevi una notifica in tempo reale sul tuo smartphone!

Solo una questione di protezione? A quanto pare no!

Per loro natura, i vetri antisfondamento sono più spessi dei tradizionali vetri. Questo comporta una migliore resa dal punto di vista energetico, con una riduzione dei consumi per il riscaldamento in inverno e il raffrescamento dell'aria in estate. Bisogna poi aggiungere sul piatto della bilancia anche il comfort acustico: sempre in ragione di uno spessore del vetro antisfondamento maggiore, i vetri di questo tipo garantiscono un isolamento superiore nei confronti dei rumori esterni, ad esempio forte vento, traffico stradale, schiamazzi e così via. Nel momento in cui si valutano i prezzi di un vetro antisfondamento, la resa energetica e il comfort acustico sono aspetti che vanno senz'altro tenuti in considerazione: al di là del benessere di un ambiente privo di rumori molesti, il risparmio negli anni dovuto ai minori consumi ripagherà alla lunga la spesa sostenuta, trasformandola in un vero e proprio investimento per se stessi e la famiglia.

Dai vetri antisfondamento alla porta blindata con vetro antisfondamento

Fin qui abbiamo visto i vantaggi dei vetri antisfondamento, ma ancora non ci siamo soffermati sulla definizione e sulle varie tipologie di prodotti disponibili in commercio. Chiariamo innanzitutto che il vetro antisfondamento è un articolo che va ad inserirsi all'interno di una scocca. Può essere una finestra, ma può essere anche una porta blindata con vetro antisfondamento o una porta finestra con vetro antisfondamento. Altrettanto efficaci sono i portoncini blindati con vetro antisfondamento e i portoni in vetro antisfondamento, ovvero portoni dove il vetro antisfondamento occupa la gran parte della superficie.

Ma come è fatto un vetro antisfondamento?

Quando si compra un elemento dotato di vetro antisfondamento, bisogna fare attenzione alla qualità costruttiva. In tale ottica è necessario conoscere la definizione esatta di vetro antisfondamento. Per raggiungere la massima resistenza, un vetro di questo genere deve risultare assemblato da più lastre di vetro, ognuna delle quali separata da una pellicola trasparente o intercapedine. Si parla a questo proposito di vetro stratificato, a indicare appunto i differenti strati che vanno a comporre il vetro nella sua integrità. Inutile dire che il livello di personalizzazione in termini di colorazione della superficie, trasparenza, finiture della scocca e quant'altro è davvero infinita, abbracciando qualunque stile architettonico.

Quali parametri decidono il valore di un vetro antisfondamento?

Che si tratti di una porta di ingresso con vetro antisfondamento o di una porta blindata con vetro antisfondamento, il valore reale del prodotto è determinato sempre da un insieme di fattori in stretta correlazione fra loro. Non bisogna fermarsi all'estetica o al mero costo, occorre pensare a quali sono le esigenze perseguite e orientarsi di conseguenza sul vetro più adatto. I principali criteri che dovresti esaminare se hai intenzione di acquistare un vetro antisfondamento per difendere la tua casa dai ladri sono quattro. Vediamoli in dettaglio.

1) Il prezzo del vetro antisfondamento

Il costo del vetro antisfondamento non può che essere più alto rispetto a quello di un vetro normale. Come scritto sopra, tuttavia, i benefici da considerare non si limitano alla sola sicurezza ma comprendono l'isolamento termico e il comfort acustico. Eventuali personalizzazioni come l'oscuramento della superficie o l'applicazione di pellicole specchiate per una maggiore privacy possono aumentare ulteriormente il prezzo finale del prodotto. Una decisione che andrà ponderata, fra l'altro, alla luce degli sgravi fiscali previsti in Italia dalle norme sulle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni, norme che ammettono i vetri antisfondamento fra le spese detraibili.

2) Il livello di resistenza

È possibile suddividere i vetri antisfondamento in diverse categorie in base al loro livello di resistenza. Tra i sistemi di classificazione più diffusi troviamo quello relativo allo spessore del vetro.

  • Vetri antisfondamento di spessore 8 mm (antiferita)
  • Vetri antisfondamento di spessore 20 mm (antivandalismo)
  • Vetri antisfondamento di spessore 30/35 mm (antiproiettile)

Va da sé che la pericolosità della zona in cui si risiede dovrebbe suggerirti su quale spessore di vetro indirizzare la tua scelta.

3) Il peso del vetro

Logicamente anche il peso è un fattore da non sottovalutare, soprattutto quando il vetro antisfondamento viene inserito in una porta o un serramento poco robusto. Per ovviare a problemi di tenuta immediati o futuri, ti consigliamo di installare i vetri all'interno di strutture idonee, preferibilmente fabbricate e concepite insieme al vetro stesso. In questo modo avrai la certezza di un risultato eccellente, capace di assicurarti il massimo della sicurezza.

4) L'estetica e il design

Una variabile secondaria ma non per questo meno importante è senza dubbio l'estetica. In un progetto di ristrutturazione o nuova edilizia, l'estetica e il design di porte, portoncini e finestre con vetro antisfondamento deve rispondere a requisiti di un certo tipo, in linea con quanto richiesto dal proprietario dell'immobile. Complice l'assortimento di prodotti in commercio, trovare una soluzione che sappia esaudire le tue aspettative anche dal punto di vista estetico sarà un gioco da ragazzi!

Netatmo Info

Esistono anche pellicole antieffrazione. Queste pellicole si attaccano semplicemente alla finestra per aumentarne la resistenza e trattenere la rottura del vetro. Meno solide dei vetri antisfondamento, ma molto più economiche!