Ѐ obbligatorio mettere il cartello area videosorvegliata?

Un'area videosorvegliata è una zona circoscritta nella quale una o più telecamere riprendono e archiviano le immagini di ciò che avviene. Solitamente la presenza di telecamere manifesta l'esistenza e il funzionamento di un sistema di videosorveglianza e quindi di un antifurto per la casa (sebbene alcune videocamere potrebbero essere finte, a mo' di deterrente). Chi decide di posizionare delle telecamere (vere) all'interno o all'esterno della sua proprietà, tipicamente in strade di accesso o di passaggio, dovrebbe sempre considerare l'opportunità di affiggere cartelli informativi allo scopo di segnalare la ripresa e archiviazione delle immagini. Un'opzione che, in certi casi, non è facoltativa ma diventa obbligatoria per legge ai sensi del Codice in Materia dei Dati Personali. Vediamo quindi nel proseguo di questa guida aggiornata cosa sono i cartelli di allarme antifurto e come usarli nel rispetto della normativa vigente in Italia.

Come sono fatti i cartelli di area videosorvegliata?

I cartelli di are videosorvegliata non sono altro che dei rettangoli o quadrati di plastica, metallo o carta adesiva, con una dicitura molto simile a questa:

AREA SOTTOPOSTA A VIDEOSORVEGLIANZA
La registrazione è effettuata da…
Per fini di…
Articolo 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Questo testo, con piccole variazioni (indicazione del numero di telecamere, nome della società che effettua la vigilanza, ecc), può essere anche trascritto di proprio pugno, realizzando un cartello di allarme fai-da-te con la stampante di casa. L'importante è che il messaggio sia chiaro e ben visibile ai passanti, inclusi i potenziali ladri. Con l'esposizione di questo cartello otterremo due risultati preziosi: da una parte l'adempimento all'obbligo di legge e quindi la comunicazione formale che l'area è sottoposta a videosorveglianza ai sensi del D.Lgs. 196/2003; dall'altra l'effetto deterrente nei confronti dei malviventi, informati sul fatto che l'abitazione o il condominio o il fabbricato sono protetti da appositi sistemi di allarme, presumibilmente collegati con una centrale di vigilanza in funzione 24 ore su 24. Da notare a questo proposito che se l'allarme casa è collegato a un servizio di vigilanza, la stessa società potrebbe fornire un adesivo antifurto apposito da applicare al cancello o alla porta di ingresso principale. In questo caso l'adesivo raffigura di solito il logo della società e funge da esclusivo monito per i ladri (se entrate in questo posto dovrete fare i conti con noi).

Netatmo Info

I ladri spesso usano un codice segnaletico per identificare i loro bersagli. Tra questi segni, uno è usato per identificare una casa dotata di un sistema di allarme e quindi…una casa da evitare! Un adesivo antifurto può quindi svolgere un ruolo deterrente e di protezione decisivo.

Come scegliere l'adesivo di allarme giusto?

Nel paragrafo precedente abbiamo visto come l'adesivo di allarme sia un elemento da non sottovalutare, anche in ottica di eventuali segnalazioni al garante. Qualora un passante dovesse notare la presenza delle telecamere ma non dei cartelli, potrebbe rilevare una violazione della privacy e segnalare la faccenda a chi di dovere: le multe sono molto salate, con sanzioni che possono arrivare a diverse migliaia di euro nel caso di esercizi commerciali e aziende. Fondamentale quindi è non omettere la presenza del cartello qualora l'area videosorvegliata fosse interessata al passaggio di escursionisti, pedoni, cacciatori e così via. Ma quale adesivo scegliere per non sbagliare? Le opzioni sono molteplici e spaziano dagli adesivi venduti in siti ecommerce, agli adesivi forniti da chi installa l'impianto di videosorveglianza con le telecamere, fino a soluzioni create in autonomia riportando la dicitura mostrata sopra. Non essendoci indicazioni universali da seguire, ognuno ha una certa discrezionalità nella scelta dell'adesivo: il principio è che un estraneo sappia sempre di trovarsi in una zona in cui una o più telecamere potrebbero riprenderlo e archiviare le immagini, per un limite di massimo 24 ore (questo in base a quanto stabilito dal Codice in materia di protezione dei dati). E qui veniamo alla prossima domanda: dove attaccare gli adesivi?

Dove attaccare gli adesivi di area videosorvegliata?

La scelta del posizionamento migliore per gli adesivi di videosorveglianza è frutto di una considerazione molto semplice: dove si trovano i punti di passaggio e di accesso al tuo immobile? Se le telecamere, ad esempio, sorvegliano i confini della proprietà, allora i cartelli andranno posti in corrispondenza della recinzione, a non più di 15-20 metri l'uno dall'altro. Se invece la telecamera monitora il piazzale antistante, ecco che un cartello di avviso attaccato al cancello sarà più che sufficiente (non tanto per gli amici e i parenti, ma per le persone a cui potresti aprire: venditori ambulanti, idraulici, elettricisti, giardinieri, ecc). Ricordati di non tralasciare anche i luoghi meno accessibili, come il giardino dietro casa: un visitatore occasionale, chiunque esso sia, deve sapere che mentre sta parlando con te una telecamera lo riprende. Viceversa, se il cartello è assente, stai violando la sua privacy e ti esponi al rischio di denunce e relative sanzioni. Non dimenticare inoltre le potenzialità di un cartello agli occhi dei ladri meno esperti: il solo sospetto che l'area sia sorvegliata da telecamere, potrebbe indurre i malintenzionati a ritirarsi e puntare a un bersaglio più facile, salvaguardando la tua casa e i tuoi beni.

Non solo adesivi: il sistema di allarme antifurto

Tentare di ingannare i ladri applicando adesivi reali senza alcuna telecamera in funzione potrebbe non essere un'idea brillante. Gli adesivi o i cartelli sono un valido deterrente, ma non è certo consigliabile affidarsi soltanto a loro: in caso di furto non sarai informato né avvisato, e potresti perfino ritrovarti con i ladri ancora in casa che agiscono indisturbati. Nel momento in cui si verifica un'intrusione o una rapina, la telecamera ti permetterà di controllare l'area in presa diretta, anche se ti trovi dall'altra parte del mondo. Attraverso la tua applicazione per smartphone, potrai attivare la sirena di allarme, chiamare la pattuglia o addirittura chiudere le porte di accesso e intrappolare i ladri. Insomma, avrai piena libertà decisionale, e non dovrai temere di trovare brutte sorprese al tuo rientro. Valuta quindi con attenzione se limitarti a qualche cartello o se progettare un sistema di allarme antifurto all'altezza delle aspettative. L'effetto deterrente potrebbe andare bene per un box di attrezzi, ma se vuoi davvero proteggere la tua proprietà, allora l'unico sistema è un antifurto per la casa evoluto, in grado di contrastare l'azione di ladri e di chiunque voglia fare del male a te e alla tua famiglia.

Netatmo Info

Esistono oggi allarmi e sistemi di monitoraggio intelligenti. Controllabile a distanza, la Videocamera Interna Intelligente Netatmo ti permette di visualizzare le immagini filmate a casa tua e attivare l'allarme ovunque ti trovi. Tutto quello che ti resta da fare è incollare l'adesivo di avviso "area videosorvegliata" sulla tua casa!