A brand of Legrand

Telecamera di sicurezza

Come indicato dal nome stesso, una telecamera di sicurezza è un dispositivo di videosorveglianza volto a migliorare la sicurezza della tua casa, dei tuoi uffici o di qualsiasi spazio interno o esterno che necessiti di una particolare sorveglianza.

Perché installare una telecamera di sicurezza?

Che si tratti di proteggere la tua casa, un ambiente di lavoro o uno spazio pubblico, le telecamere di videosorveglianza ti garantiscono una protezione di alto livello. Il loro obiettivo consiste nell’impedire i furti e i danni all’interno della zona sorvegliata. Una telecamera di sorveglianza visibile segnala infatti l’esistenza di una sorveglianza ed è un deterrente per la maggior parte degli intrusi.

Le telecamere di sicurezza consentono inoltre di sorvegliare i locali a distanza grazie al monitor di controllo (o a uno smartphone nel caso di una telecamera di sorveglianza collegata). Puoi inoltre affidare la sorveglianza delle immagini a una società specializzata che si occuperà anche dell’installazione del sistema di sicurezza e interverrà in caso di intrusione.

A posteriori, le immagini filmate possono anche servire nel contesto di un’indagine di polizia, contribuire all’identificazione dei sospetti o essere utilizzate come prova del furto con scasso o dei danni commessi da altri per il tuo assicuratore.

Videosorveglianza e videoprotezione: qual è la differenza?

Spesso si utilizzano in modo intercambiabile i termini videosorveglianza e videoprotezione, nonostante si riferiscano ad applicazioni diverse di un sistema di sorveglianza con video. In entrambi i casi, si tratta effettivamente di installare telecamere di sorveglianza per motivi di sicurezza. Tuttavia, mentre la videosorveglianza riguarda l’utilizzo di telecamere in luoghi pubblici o privati (aziende, abitazioni, ecc.), la videoprotezione designa le attrezzature video di sicurezza installate sulle strade pubbliche e soggette all’ottenimento di un’autorizzazione della prefettura. È bene notare che, in entrambi i casi, occorre rispettare le disposizioni del “Provvedimento in materia di videosorveglianza”, emanato in data 8 aprile 2010 dal Garante della Privacy. Secondo il Provvedimento, qualunque soggetto che si avvicini all’area interessata dalle riprese deve essere avvisato della presenza delle telecamere già prima di entrare nel loro raggio d’azione. Scopri tutti i nostri prodotti

Come scegliere la telecamera di sicurezza più adatta per una protezione ottimale?

In commercio si trovano telecamere di sorveglianza per qualsiasi tipo di utilizzo e in qualsiasi fascia di prezzo. Ecco i principali criteri da valutare per scegliere la telecamera più adatta alle tue esigenze.
  • Telecamera interna o esterna: Esistono entrambi i tipi di modelli. Opta per una telecamera con un indice di protezione elevato per un utilizzo all’esterno.
  • Qualità dell’immagine: Prediligi le telecamere di videosorveglianza con una buona risoluzione d’immagine, un campo visivo ampio e una buona visione in termini di contrasto dei colori.
  • Visione notturna: La telecamera di sorveglianza deve essere dotata di visione a infrarossi per garantire la visibilità di giorno così come di notte.
  • Qualità del suono: una registrazione audio senza rumore di fondo può essere importante, specialmente per le telecamere integrate a sistemi con interfono per dialogare con i visitatori.
  • Facilità di installazione della telecamera: Le telecamere senza fili e le telecamere IP senza fili sono le più semplici da installare. Non vi sono cavi da collegare e da nascondere, e puoi realizzare autonomamente l’installazione.
  • Il design della telecamera di sorveglianza: Quando è ben visibile, funge da deterrente; tuttavia, quando è più discreta, la telecamera corre meno rischi di essere danneggiata.
  • Facilità di utilizzo della telecamera di videosorveglianza: impostazione delle zone di esclusione, utilizzo dell’applicazione nel caso di una telecamera di sorveglianza collegata, ecc.
  • Opzioni integrate alla telecamera: rilevatore di movimento, allarme sonoro, riconoscimento facciale, faretto, motore, capacità di distinguere umani/animali/veicoli, ecc.
  • Il raggio d’azione del rilevatore di movimento: Se la tua telecamera ne è dotata, verifica il raggio d’azione del rilevatore e la sua sensibilità.
  • La memorizzazione del video: Alcune telecamere di sorveglianza conservano le immagini su un cloud, altre su un server locale, una scheda SD
  • Autonomia e consumo del sistema di videosorveglianza: Se la tua telecamera è alimentata a batteria, verifica che abbia un’autonomia considerevole. Con un’alimentazione collegata alla rete elettrica, anche il consumo energetico della telecamera può essere un criterio di scelta, soprattutto se il sistema funziona ininterrottamente e comporta una spesa elettrica importante.
  • Telecamera di sorveglianza collegata o meno? Se disponi di una connessione internet con Wi-Fi sul luogo sorvegliato, puoi optare per una telecamera collegata. In caso di intrusione, sarai avvisato sul tuo smartphone o tablet e potrai sorvegliare la tua casa a distanza attraverso l’applicazione, ovunque tu disponga di una connessione Wi-Fi. L’installazione della telecamera collegata è semplice e veloce.
  • Alcune telecamere di sorveglianza sono proposte con abbonamento: ciò offre generalmente maggiori possibilità in materia di visione e di memorizzazione delle immagini. In alcuni casi, sono proposte anche prestazioni di intervento in caso di intrusione.

La telecamera di videosorveglianza, un elemento chiave del sistema di sicurezza

Una telecamera di sorveglianza non si utilizza necessariamente da sola. Essa può infatti far parte di un sistema di videosorveglianza più esteso, comprendente altre telecamere, una rete cablata, scatole di alimentazione, un sistema di fissaggio, un registratore, diversi monitor, ecc.

Per le aziende o i privati che devono sorvegliare una superficie estesa, un kit di sicurezza può consentire di aumentare la zona coperta dal video o di proteggere diversi punti di accesso. Un kit comprende generalmente diverse telecamere di videosorveglianza, un registratore, uno o più monitor di controllo, viti e supporti di fissaggio per un’installazione facile, un cavo per internet e un cavo per l’alimentazione e, a volte, altri accessori come un telecomando o un mouse.

Una telecamera di videosorveglianza può anche far parte di una rete con interfono. In questo caso, la telecamera è fissata all’esterno, nei pressi del cancello e del citofono, oppure davanti alla porta. Qui, la telecamera consente di identificare i visitatori prima di lasciarli entrare all’interno, insieme al dialogo audio. Alcune aziende sono dotate di sistemi simili per controllare gli accessi ai loro uffici. La telecamera di videosorveglianza può quindi trovarsi all’ingresso o nella zona di lettura del badge.

Una telecamera di sorveglianza può anche essere associata ad altre attrezzature, come un allarme. In questo caso, quando il rilevatore di movimento della telecamera rileva un’intrusione, l’allarme si mette in funzione, mettendo in fuga gli intrusi e allertando i vicini o il personale di sicurezza dell’azienda. Con una telecamera collegata, associ il segnale di allarme locale a una notifica sul tuo smartphone (e quello dei tuoi cari se lo desideri). Le tue possibilità di reagire rapidamente sono decuplicate.

Nel caso di una telecamera di videosorveglianza collegata, il tuo dispositivo può anche fare parte di un sistema domotico che interessa la casa o gli uffici. In caso di intrusione, il sistema domotico può ad esempio attivare l’allarme, accendere le luci e sbloccare le vie di accesso per favorire l’arrivo tempestivo delle forze dell’ordine o del servizio di sicurezza.

Scopri tutti i nostri prodotti

Stazione Meteo Intelligente

Termostato Intelligente

Videocamera Interna Intelligente

Videocamera Esterna Intelligente