A brand of Legrand

Rilevatore d’incendio

Il rischio di incendio in un’abitazione non è mai del tutto assente, nemmeno quando si adottano precauzioni per ridurlo al minimo. Nel 2017, in Italia si sono registrati quasi 37.000 interventi dei vigili del fuoco per incendi ed esplosioni in abitazioni. Sapendo che, solo nello stesso anno, si sono verificati ben 181 decessi dovuti agli incendi, risulta chiaro quanto sia importante dotare un’abitazione di un dispositivo di sicurezza antincendio per rilevare il prima possibile qualsiasi inizio di combustione, prima che il fuoco si propaghi.

I diversi dispositivi di rilevamento degli incendi

Esistono diversi dispositivi per il rilevamento di un inizio di incendio. Alcuni sono molto specifici e sono riservati a locali professionali o a luoghi soggetti ad alta sorveglianza. Tra questi rilevatori si trovano:
  • I rilevatori di calore
Questi rilevatori sono solitamente associati a rilevatori di fumo. Si posizionano laddove non è possibile installare un rilevatore di fumo o si rischierebbe di azionare frequenti falsi allarmi (in un ambiente molto polveroso o in cui le attività svolte generano fumo). Il rilevatore di calore è detto termostatico mentre l’allarme, che si attiva al di sopra di una soglia di temperatura predefinita, è termovelocimetrico poiché reagisce in funzione della velocità di innalzamento della temperatura.
  • I rilevatori di fiamma
Questi rilevatori reagiscono all’irraggiamento prodotto dalle fiamme. Dotati di una cellula che rileva i raggi UV o i raggi infrarossi, sono particolarmente efficaci ma meno tempestivi rispetto ai rilevatori di fumo. Danno infatti l’allarme solamente quando si è già sviluppato l’incendio. Un sistema di irrigazione antincendio o un estintore possono tuttavia evitare che l’incendio si propaghi e l’allarme consente di evacuare i locali.
  • I rilevatori analizzatori
Esistono inoltre rilevatori multipunto che analizzano la composizione dell'aria dei locali da proteggere per individuare la presenza di particelle sintomatiche di un inizio di combustione. Una serie di tubi di prelievo conduce l’aria fino a una centralina di analisi. Molto specifico e costoso, questo sistema presenta il vantaggio di dare l’allarme con estrema tempestività in caso di inizio di incendio.
  • I rilevatori di fumo
Molto più diffusi tra i privati, i rilevatori di fumo sono dispositivi che individuano la presenza di fumo nell’aria rilevando così eventuali inizi di incendio. Detto anche rilevatore di fumo con allarme autonomo, questo dispositivo unisce infatti due funzioni: il rilevamento di fumi sospetti e l’avviso degli occupanti dell’abitazione mediante un allarme sonoro.

Come funziona un rilevatore d’incendio mediante rilevamento di fumo?

I rilevatori di fumo sono semplici scatole di piccole dimensioni, generalmente di forma cilindrica, che si fissano a una parete o al soffitto. Una volta installati, funzionano autonomamente e ci si può dimenticare della loro esistenza. In caso di inizio di incendio, di giorno così come di notte, i rilevatori producono un allarme sonoro ad alto volume per consentire agli abitanti della casa di reagire rapidamente così da spegnere il fuoco prima che si propaghi, lasciare l’abitazione o, ancora, chiamare tempestivamente i soccorsi.
L’obiettivo di un rilevatore d’incendio non è infatti solo individuare la presenza di fumo, ma anche e soprattutto avvertire gli occupanti dell’abitazione con estrema tempestività, prima che siano in pericolo. Sapendo che la maggior parte dei decessi durante gli incendi è dovuta a un’intossicazione da fumi tossici, le fiamme non sono l’unico pericolo ed è importante dare l’allarme sin dall’inizio della combustione nell’alloggio.

Un rilevatore di fumo funziona grazie a un sensore fotoelettrico. Quando la luce ricevuta da questo sensore è disturbata da particelle di fumo, si attiva l’allarme e si aziona il segnale sonoro. Un rilevatore di fumo performante deve essere dotato di un allarme sonoro con un volume sufficiente a svegliare tutti gli abitanti addormentati, di giorno così come di notte. Il 70% dei decessi dovuti a un incendio avviene infatti di notte.

Alcuni rilevatori sono collegati alla rete elettrica dell’abitazione, ma la maggior parte dei prodotti è alimentata da una o più pile elettriche. Per testare regolarmente l’allarme, alcuni rilevatori sono dotati di un pulsante di prova: premendolo, gli abitanti possono così verificare che l’allarme sia effettivamente in grado di suonare in caso di necessità. Scopri tutti i nostri prodotti

Rilevatore d’incendio obbligatorio in altri paesi europei

È dimostrato che un rilevatore di fumo può salvare la vita. Nei paesi in cui l’installazione di rilevatori di questo tipo è stata resa obbligatoria per legge, il numero di decessi legati agli incendi si è così dimezzato.

In un'abitazione a più piani, si raccomanda inoltre di installare un rilevatore su ogni piano.

L’installazione del rilevatore d’incendio

Per assicurarne il corretto funzionamento e garantire la sicurezza degli occupanti, l’installazione del rilevatore deve rispettare alcune regole: il prodotto deve essere montato in una posizione centrale dell’abitazione, in alto (preferibilmente al soffitto), lontano dalla cucina e dal bagno (dove il vapore o i fumi di cottura potrebbero attivare inutilmente il rilevatore) e vicino alla camera da letto principale per essere udito di notte. Un’installazione conforme a queste regole garantisce il buon funzionamento del rilevatore e una maggiore sicurezza per gli abitanti della casa.

Scegliere il rilevatore più adatto

In commercio si trovano rilevatori a prezzi disparati. Per scegliere il prodotto più adatto, è bene valutare attentamente il rapporto qualità/prezzo. Non vale la pena risparmiare se la sicurezza ne risulta compromessa! Il prezzo è direttamente proporzionale ai componenti del prodotto, alle sue opzioni (griglia anti-insetti, possibilità di utilizzo in un caravan, ecc.) ma anche al tipo di pila utilizzato. Può trattarsi di una pila alcalina o al litio, con una durata che varia da uno a 10 anni. Si tratta di un costo aggiuntivo e di una limitazione da valutare quando metti a confronto i prezzi dei diversi prodotti.

Infine, valuta se dotarti di un rilevatore intelligente. Oltre a essere dotato di un allarme, questo tipo di prodotto ti avvisa anche con una notifica sul tuo smartphone. È una sicurezza in più in quanto puoi essere avvisato anche se sei in giardino o persino lontano da casa. Anche a diversi chilometri di distanza, puoi così intervenire per evitare che la situazione degeneri, ad esempio avvisando il proprietario, un vicino o i vigili del fuoco.

Scopri tutti i nostri prodotti

Stazione Meteo Intelligente

Termostato Intelligente

Videocamera Interna Intelligente

Videocamera Esterna Intelligente