A brand of Legrand

Allarme fumo

A partire dall’8 marzo 2015, in Francia i rilevatori di fumo sono obbligatori in qualsiasi alloggio occupato. Ciascuna abitazione deve infatti essere dotata di almeno un rilevatore di fumo con allarme autonomo. La legge francese esige inoltre che il rilevatore sia marcato CE a dimostrare la conformità alla norma europea EN 14604. Nonostante la legge italiana non preveda alcuna sanzione in caso di mancata installazione, è nel tuo interesse installare un rilevatore per assicurare la protezione della tua casa contro gli incendi.

Che cos’è un allarme antincendio?

Un allarme antincendio è un dispositivo di sicurezza che rileva l’accensione di un fuoco e limita i rischi di incendio nella tua abitazione.

I rilevatori di fumo a camera di ionizzazione sono vietati ed esiste oggi un solo tipo di rilevatore di fumo con allarme autonomo: il rilevatore con sensore di fumo ottico. Il funzionamento del dispositivo è semplice: un sensore fotoelettrico rileva le variazioni di un segnale luminoso. Quando rileva la presenza di fumo, si attiva un allarme sonoro.

I rilevatori di fumo sono talvolta collegati alla rete elettrica dell’abitazione mediante un cavo, ma la maggior parte dei dispositivi di rilevamento del fumo sono senza fili e funzionano con a pila. Quando il rilevatore è dotato di pila alcalina, occorre sostituirla tutti gli anni. Alcuni rilevatori di fumo sono invece alimentati da una pila al litio, che offre una durata superiore: 10 anni in media. In questo caso, tuttavia, la pila non può essere sostituita ed è quindi necessario sostituire l’intero dispositivo. Alcuni rilevatori dispongono di un pulsante di prova per controllare il funzionamento del dispositivo e il corretto azionamento dell’allarme sonoro. È particolarmente utile soprattutto per i rilevatori alimentati a pile alcaline per sapere quando sostituirle.

Perché installare un allarme che rileva il fumo?

  • Il rischio di incendio nell’abitazione
Ogni anno, in Francia, si contano oltre 280.000 interventi da parte dei vigili del fuoco per domare incendi e diverse centinaia di vittime. Molte di queste tragedie possono essere evitate con un allarme tempestivo. Nel 2016, in seguito all’installazione dei rilevatori di fumo obbligatori, gli incendi nelle abitazioni francesi hanno registrato un calo del 4% e il numero di vittime è nettamente diminuito.

Un rilevatore di fumo con allarme consente infatti di identificare in modo precoce gli inizi di un incendio, anche in assenza di fiamma, ovvero all’inizio di una combustione o nel caso di una combustione lenta. Poiché quasi l’80% dei decessi durante un incendio è dovuto ai fumi tossici, la presenza di un rilevatore di fumo nell’abitazione è determinante per la sicurezza dei suoi occupanti.
  • Il vantaggio di un allarme sonoro
Un rilevatore di fumo con allarme autonomo deve essere dotato di un allarme sonore potente. Grazie a questo allarme, gli abitanti dell’alloggio sono immediatamente allertati del pericolo, potendo quindi lasciare la casa e avvisare i soccorsi prima che l’incendio si propaghi. Il segnale deve essere sufficientemente forte da dare l’allarme ed essere udito in tutte le stanze della casa compresi, idealmente, eventuali edifici annessi. Per questo motivo, si raccomanda l’installazione di diversi rilevatori di fumo, collegati tra loro o meno, nelle abitazioni di grandi dimensioni o a più piani.

È bene sapere che il 70% dei decessi dovuti a un incendio avviene di notte, quando gli occupanti dell’abitazione sono addormentati. Si crede infatti, erroneamente, che l’odore di bruciato, il fumo o il calore siano sufficienti a svegliare una persona addormentata. In realtà, una combustione è pericolosa ben prima di essere percettibile da chi dorme, soprattutto per via dei fumi tossici sprigionati. Il monossido di carbonio presente nel fumo rende il risveglio più difficile, mentre l’ossigeno contenuto nell’aria si dissipa rapidamente durante un incendio. Solamente l’allarme sonoro potente di un rilevatore di fumo è in grado di svegliarti in tempo per metterti in salvo.
  • L’allarme luminoso, una sicurezza in più
Alcuni modelli di rilevatore di fumo sono dotati di un segnale luminoso o vibrante in aggiunta al segnale sonoro. Ciò consente di avvisare anche le persone anziane o con problemi di udito (o chi ascolta la musica con le cuffie!). Scopri tutti i nostri prodotti

L’installazione di un rilevatore di fumo con allarme

Affinché il rilevamento del fumo sia rapido ed efficace, il rilevatore di fumo deve essere posizionato in un punto strategico nell’abitazione. Il rilevatore deve essere installato al centro dell’abitazione, solitamente in un corridoio, al soffitto o nella parte superiore di una parete quando non è possibile fissarlo al soffitto. Posiziona il rilevatore di fumo vicino alla camera da letto principale affinché sia possibile udire chiaramente l’allarme di notte ed evita di installarlo in prossimità del bagno o della cucina. Il vapore acqueo generato facendo la doccia o cucinando, così come il fumo proveniente dalla cucina, potrebbe infatti attivare inutilmente il rilevatore.

Se l’abitazione si sviluppa su diversi piani o se la sua superficie supera i 60 m2, è preferibile installare più rilevatori di fumo: uno su ogni piano o in ogni zona, affinché il segnale sia udibile ovunque ci si trovi nell’abitazione. Esistono pacchetti costituiti da diversi rilevatori di fumo. Collegati tra di loro o meno, consentono di proteggere le grandi superfici ma anche di installare rilevatori di fumo supplementari in soffitta o in cantina.

La legge francese prevede che sia il proprietario a farsi carico dell’installazione del rilevatore di fumo nell’abitazione. Quando l’abitazione viene messa in affitto, il corretto funzionamento del rilevatore e dell’allarme sonoro deve essere verificato al momento dell’inventario iniziale. È poi l’inquilino a essere responsabile della manutenzione e, soprattutto, a dover controllare il funzionamento del dispositivo e sostituirne le pile all’occorrenza. Quando sottoscrivi o rinnovi un contratto di assicurazione per la casa, l’assicuratore può inoltre richiederti di attestare che l’abitazione assicurata è dotata di un rilevatore di fumo.

Scegliere il rilevatore di fumo più adatto

Quando acquisti un rilevatore di fumo, fai in modo di scegliere un dispositivo conforme alla norma, come quelli richiesti dalla legge francese: opta per un rilevatore con marcatura CE, garante del rispetto della norma europea EN 14604. In commercio si trovano rilevatori a diversi prezzi e scegliere non è sempre un’impresa facile. È bene sapere che la qualità dei componenti e le opzioni proposte influiscono sul prezzo del dispositivo. Anche il tipo di pila utilizzato è determinante: un rilevatore con pila al litio è più costoso, ma non hai bisogno di sostituire le pile ogni anno come nel caso delle pile alcaline.

Tra tutti i dispositivi di rilevamento degli incendi, troverai anche rilevatori di fumo intelligenti. Un rilevatore di fumo intelligente con allarme autonomo è un dispositivo senza fili che, come un rilevatore di fumo classico, aziona un allarme quando rileva la presenza di fumo. Ma, oltre al segnale sonoro, il rilevatore intelligente ti avvisa del potenziale pericolo inviandoti anche una notifica sul tuo smartphone. Il dispositivo è infatti connesso a un’applicazione, consentendoti così di essere avvisato immediatamente ovunque ti trovi, sul tuo telefono e su quello dei tuoi famigliari che scegli di avvisare.

In questo modo, puoi intervenire in caso di incendio, anche se sei lontano dalla tua abitazione, e puoi chiamare i soccorsi a distanza. Il Rilevatore di Fumo Intelligente Netatmo è inoltre dotato di un rapporto di autoverifica e ti avverte quando è il momento di sostituire il dispositivo.

Scopri tutti i nostri prodotti

Stazione Meteo Intelligente

Termostato Intelligente

Videocamera Interna Intelligente

Videocamera Esterna Intelligente